Comune di Napoli – Elezioni Amministrative 2016

Pefettura di Napoli - P.zza de Plebiscito

Rinnoviamo Sindaco, Consiglio Comunale, Municipalità e Presidenze.

PARTE  3ª –  Continua il nostro report sulle Comunali e … sulle Municipalità.

Com’è ormai noto a molti Cittadini Italiani le cui Amministrazioni Comunali sono da rinnovare alla scadenza programmata per domenica 5 giugno 2016 siamo ormai agli sgoccioli.

Da domani 21 scattano i 15 giorni in cui non sarà più possibile diffondere gli     “exit-pool”, cioè i  sondaggi demoscopici sull’esito delle elezioni e sugli orientamenti politici e di voto degli elettori,  neanche se effettuati in precedenza alla data del 21.

  [Art. 8, comma 1, della legge 22 febbraio 2000, n. 28].

Ma nella presente tornata elettorale per la fase di “Presentazione e acquisizione delle liste e delle candidature di aspiranti Sindaci, Consiglieri comunali, Presidenti di Municipalità (Comune di Napoli ben 10) e relativi Consiglieri” abbiamo assistito ad un pericoloso stato confusionale, legato ad errori, incompletezze e non rispetto delle vigenti normative in materia,   da parte essenzialmente dei “gruppi politici partecipanti”. Non possiamo escludere che ci sia stata anche qualche sottostima del da farsi da parte dell’Ufficio Comunale preposto, stante l’alto numero di candidati a sindaci (tredici). Ma soprattutto del numero alto di “liste di appoggio”, e relativa proiezione nelle documentazioni delle candidature alle Municipalità.

Che dire di tanta voglia da parte di tanti cittadini a candidarsi a Sindaco di Napoli, ai 48 seggi di Consigliere comunale, alle  10 Presidenze delle Municipalità e dei 30×10 = 300  (dico trecento) Consiglieri di Municipalità.  n numero da capogiro: oltre 20.000 cittadini di Napoli, di varia estrazione sociale, culturale e politica pronti a dedicarsi alla miriade di problematiche di una città come Napoli , di un territorio, di un contesto socio-economico tra i più complessi da far tremare vene e polsi.

Ma tant’è: evviva! Evviva tutti.

E ci è venuta l’ansia di conoscerli, di conoscerli tutti, con le loro ricette risolutive, con le loro capacità manageriali di programmazione a 360 gradi. E di apprenderne i loro “programmi realistici e possibilistici ben  lontani dai “vecchi programmi miracolistici” propinataci nelle vecchie campagne elettorali.

Ma tant’è: le aspettative sia sul “Governo della Città” che delle singole “Municipalità” (e anche su quelle di Napoli Est con la VI e le viciniore) sono naufragate sul … prevedibile ciclone: la incapacità di presentare decine, centinai di liste di  “potenziali amministratori” che non hanno saputo amministrare le proprie “corrette  e rispondenti candidature”  alla  apposita Commissione accettante. E da qui ricorsi, contro-ricorsi … e ad oggi non sono state ancora rese note le Liste ed i Candidati ufficiali.  E’ mai possibile che una vera democrazia partecipativa possa così miseramente scoppiare?

E abbiamo notato anche alcuni gazebi volanti partire con la campagna elettorale… con propri rappresentanti candidati. Ma dov’erano nei nostri quartieri ad interessarsi dei tanti problemi che ci attanagliano?

Le liste? I Candidati ? Vedremo se potremo  darne gli elenchi come nelle nostre intenzioni  originarie.

Napoli, 20 maggio 2016 –  Gerardo Nigro

Rispondi