VI Municipalità: Stelle cadenti e trasparenza informativa

10 agosto Stelle cadenti – da wikipendia

10 agosto 2017… Stelle cadenti e desideri, pensando a Napoli

Questa sera potremo finalmente ammirare le stelle cadenti per la Notte di San Lorenzo e con la mente saremo al territorio martoriato della nostra VI Municipalità.

Dalla tradizione popolare attingiamo quella di esprimere un desiderio nel momento del passaggio della stella cadente. E lo faremo stasera con gli occhi al cielo e pronti con i desideri. Sappiamo che quello sciame non raggiungerà la Terra.   Quindi ogni augurio che frammenti stellari possano colpire qualche persona che ci sta sullo stomaco è da considerarsi “pura fantasia” .

I nostri desideri ci sono e ci saranno “top secret”… come evincibili dai sentimenti che ci auguriamo traspaiano dai testi dei nostri report. Un desiderio però lo palesiamo ed e quello che i nostri reports, come lo sciame meteorico delle Perseidi, quantomeno affascino i nostri lettori. Siamo sognatori. Ma lucidi pensatori con i piedi sulla terra… anche per le aspettative e le potenziali incomprensioni,  se non addirittura per la più bieca e becera ignoranza infingarda.

E restiamo con i piedi per terra e le mani sulla tastiera, vogliosi di scrivere il nostro “report”. Un report che, come “il fenomeno della caduta delle stelle”, dopo un anno ripete il suo lancio auspicando di essere notati e riscontrati.

10 agosto 2017 … Realtà e trasparenza informativa.

Lettera aperta: rilievi al Consiglio della “VI Municipalità Napoli”.

Una doverosa premessa, tanto per capirci e guardarci negli occhi… telematici.

Riprendiamo un “titolo” con  “oggetto” (senza alcuna voglia di burocratese, che lasciamo a chi ne è abituato, per cui …  rettifichiamo, per far piacere ai lettori abituali)… con “nuove argomentazioni”  sul tema “Trasparenza informativa”,  già da noi trattato tempo addietro,  forse in modo inefficace,  sul nostro “Napoliestinmovimemto”.

Accontentiamo così quei lettori che, incontrati per strada tra Barra, San Giovanni e Ponticelli, dove viviamo da lungo tempo, ci chiedono lumi sui “silenzi” della Istituzione locale: la “VI Municipalità di Napoli”, eletta il 5 giugno 2016 ed insediatasi, con il primo Consiglio, il 2 agosto 2016. E sulla punta del naso contiamo i mesi … e siamo oltre l’anno, notoriamente di 12 mesi.

Va pur detto, per amore e rispetto dei nostri compaesani, occasionali interlocutori,  che li abbiamo  trovati, nel complesso, anche ben informati su quanto accade sul territorio, tuttintorno a noi. Quasi tutti traggono informazioni:  “de visu” (una minoranza),  nel casuale o causato umano incontro da strada, più spesso e ancor di più da internet,  dove comunque le notizie hanno da sempre la loro pista preferenziale.  “Comunicazione-informazione” quale binomio senz’altro positivo e necessario, ma pur sempre in dissonanza evidente nelle valutazioni delle risultanze elettorali.

Sic sufficit. E ritorniamo a bomba.

E ci corre, comunque, obbligo di evidenziare quanto utile sia alla conoscenza del nostro comprensorio territoriale “Napoli Est -. VI Municipalità” la dettagliata e puntigliosa informazione su internet.

Ci riferiamo alle tematiche nostrane trattate, ad esempio, anche da due  “concittadini “reporters , ciascuno a proprio modo,  tempestivi quanto dettagliati e continuativi con i loro “reportages”. Qui di seguito un nostro personale breve quanto  doveroso medaglione di citazione dei Signori “Informatori”:

  • Alessandro Bottone – Giornalista

    Alessandro Bottone. Scrive su “Il Mattino”, anche telematico.

Più che quotidiane le sue pubblicazioni su « Il Mattino» su fatti e misfatti pertinenti il nostro territorio ad Est di Napoli. Chiare e circostanziate, come si conviene ad uno che tale materia mastica, formatosi alla Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, affina quotidianamente il « taglio » sulla notissima testata giornalistica napoletana.

https://it.linkedin.com/pub/dir/Alessandro/Bottone

  • Marco Ferruzzi – Architetto

    Marco Ferruzzi, un architetto “prestato alla … politica”.

Una “Politica vista da fuori, con l’arte dell’architetto” (n.n.r.). Analizzatore attento della “materia campione” che gli passa per mano a ché ne derivi l’appropriata  plastica e dettagliata riproduzione grafica, su cui discutere, approfondire  e ricavarne il relativo necessario progetto. Sappiamo che con 110/110  ha discusso la tesi di laurea su “Un intervento di riqualificazione urbana nell’area orientale di Napoli”:  l’intervento prevedeva la progettazione di una nuova fermata della metropolitana e di uno studentato. Il suo relatore era il prof. arch. Nicola Pagliara.

https://marcoferruzziblog.wordpress.com/

Non ce ne vogliano altri concittadini non citati, che pur sono presenti essenzialmente su internet con loro trattazioni sul territorio di Napoli Est.

Orbene, siamo al 10 agosto 2017.  E’ il giorno…  delle “stelle cadenti ” . Pausa estiva.

Oblige:  la calura più che il lavoro. E così la politica nostrana, quella più vicina a noi, in periferia, fa pausa estiva. Sacrosanto diritto acquisito con il sopraggiungere del “solleone”. E siamo quasi alla fine, se ben ricordiamo : “SolleonePeriodo dell’anno compreso tra metà luglio e metà agosto – 15 agosto- , in cui il Sole si trova nella costellazione del Leone”. La canicola imperversa  e quindi la pausa è d’obbligo .

Trasparenza informativa dove sei?

Caro concittadino abbi pazienza . E’ da tempo che ne chiediamo ragione. Verrà il fresco di settembre … e chi vivrà ,vedrà.

Politici nostrani in ferie.  Istituzione nostrana in semi-ferie.  « Semi » perché alcuni funzionari  la presiedono per normativa, se non andiamo errati.  Sic et simpliciter.  Semplicemente così. E’ prassi consolidata.

A chi continua il proprio lavoro auguriamo subito quanto meno giornate tranquille.   Poi, a breve, ci sarà il  compenso ferie e nella Pubblica Amministrazione ci sarà ancora un «organico a ranghi ridotti».

Poi andremo alla normalità, anche per i servizi …

Siamo ottimisti?

Con tutta franchezza sì;  e sperando che i «Brontoli » Bottone  e Ferruzzi ,   insieme a noi,   facciano i « Bravi » . Ne siamo certi.

Sui “conti sospesi”   noi  continueremo a chiedere ragione, perché quei quadri-resoconto delle sedute sono deleteriamente scarni ed insignificanti ,  sia sul piano relazionale informativo che politico.  Così come redatti, a parte la miserevole consistenza dello impatto iniziale, generano risentimento,  stante una possibile individuazione  di omissione di pubblica informazione e trasparenza.

Intelligenti pauca.

Lo scrivevamo tempo addietro,  in un nostro report precedente dallo stesso argomento. Quello sulla prima assemblea pubblica,  che titolammo: Trasparenza amministrativa e pubblicizzazione di atti per riavvicinare i Cittadini alla Politica. “Intelligenti pauca”

Andiamo a memoria:  presentavamo il nostro quadro sinottico dei Consigli effettuati nella nostra “VI Municipalità” dalla data dell’insediamento (2 agosto 2016)   http://www.napoliestinmovimento.it/397-2/   ) alla  “prima seduta” del nuovo anno 2017.

Non basta?

Siamo in fastidiosa attesa da oltre un semestre e ne porteremo il groppo pur nelle torride ferie agostane di quest’anno. E la cosa ci tiene tra anbascia ed angoscia.  E tanto perché … vorremmo migliore il nostro periferico lembo della nostra “bella Napoli” ed assimilarla  al nostro “sogno di una notte di mezza estate”.

Comunque siamo con i piedi fermamente a terra, su questa nostra terra già feconda di frutti e menti eccelse, il cui ricordo e frequentazione  ci sono forte stimolo.

Ritorniamo così ai fatti: ad un tema fondamentale nel rapporto fiduciario tra “Cittadini” ed “Eletti al Consiglio della VI Municipalità di Napoli. ”

Trasparenza informativa di azioni ed atti pertinenti la Pubblica Amministrazione della “VI Municipalità di Napoli”: invano sollecitata a quanti di competenza, già il 22 gennaio u.s. con una “ Lettera aperta al Presidente della stessa citata  VI Municipalità – Sig. Ing. Boggia Salvatore, a tutti gli Eletti del Consiglio, al Direttore del Servizio Attività amministrative – Sig. Dr. Giulio Aurino. 

La detta lettera (una “pec”) conteneva in toto il report dal titolo “ L’Amministrazione trasparente non è un optional  “,  come parimenti pubblicato sul blog telematico  http://www.napoliestinmovimento.it/ , curato dallo scrivente concittadino.

La stessa lettera era stata inviata anche al  Sig. Sindaco del Comune di Napoli – Dott. Luigi De Magistris. Ben inteso non a caso, né tanto per sentirci fanaticamente importanti, a tempo perso. Riteniamo prezioso il tempo che ci resta da vivere, in linea di continuità con il nostro vissuto pressoché ottantenne.

Ad oltre sei mesi – non più silenti – ne accusiamo e risentiamo il danno e la beffa.

Noi “rompiballe (per alcuni?)” auspichiamo trasparenza decisionale ed amministrativa,  finalizzata al raggiungimento  – il più ampio possibile – del recupero fiduciario nell’attivismo politico-gestionale della “res publica”  (= “cosa pubblica”).  E ne ribadiamo la petizione ritenendo il “rapporto fiduciario” il presupposto basilare della corretta Amministrazione Pubblica.

“Repetita juvant” : ne abbiamo appreso il significato dalla famiglia, dagli studi e dalla vita. Donde il nostro ritorno  con il presente nuovo report : “Trasparenza informativa”.

Ed entriamo nella questione.

A tirare troppo la corda …  – lo si sa –  si spezza.  Altro luogo comune, ma non meno efficace:  “La pazienza ha un limite ….”. Luoghi comuni, ma sempre  espressivi, che ci fanno riflettere, anche in una ottica politico-amministrativa. E’ il nostro caso.  Decaduto il consiglio ecco insediato il nuovo : il nuovo “eletto”, con diverse riconferme ed anche con neo-arrivati al gradino superiore comunale.

Eletti si….

E l’impegno sui temi, sulle opere, sugli atti lungimiranti e risolutivi dov’è?

La ricognizione sul territorio,  frutto di un lavoro partecipativo e correlato delle varie forze politiche e degli eletti, nonché dei funzionari preposti tutti,  dov’è ?

Problematiche difficili e complesse,  retaggio di anni di negligente gestione pubblica… Lo stato di fatto è  innegabile, ma non può essere un alibi, bensì un problema da affrontare, analizzare e risolvere. Dal di dentro non dovrebbe essere difficile individuarne cause, omissioni e responsabilità… Omertà ed insipienza sono due facce della stessa medaglia,  che mal rappresenta la  pubblica gestione amministrativo-politica.

Si… Eletti, scelti (?) elettivamente dal “popolo sovrano” ! Non prendiamoci in giro una buona volta. Smettiamola con  parole e parole insulse e/o vuote di significato e di operosità.  Non se ne può più. Ed il guaio è che è difficile cambiare rotta in un sistema quasi già tutto rotto nei suoi gangli vitali : ambiente, costume di vita, dignità e/o moralità individuale, professionalità manuale e di pensiero…

 Trasparenza gestionale – Trasparenza informativa.

E’ questo il binomio viatico per avviare il necessario recupero partecipativo al rispetto proprio di quel  complesso  sistema che va nella etichetta latina “res publica”.  Occorre il coraggio di intraprenderlo e perseverare.

Res publica : cioè strade e marcia-piedi, aree e passaggi pedonali,  spazi verdi e parchi, aiuole, alberi, strutture civiche, impianti sportivi ed aree-gioco attrezzate, cassonetti vari,  insegne,  cartellonistica e segnaletica stradale, fontane e abbeveratoi pubblici, uffici pubblici, monumenti,  reperti archeologici, biblioteche, strutture polifunzionali,  cassa armonica, spazi associativi, …. e quant’altro guardandoci intorno.

Sono questi i campi di interesse della pubblica amministrazione, che deve garantirne l’utilizzo funzionale  nel tempo.

Sì proprio questi i campi di azione gestionale del  “Consiglio della VI Municipalità”, insieme alla cittadinanza. Un obbligo di impegno ovviamente reciproco,  che va ricercato e tenuto: costi quel che costi.

E per concludere non possiamo sottacere il sacrosanto “ chi sbaglia paga” .

 Gerardo Nigro  –  10 agosto 2017 

►◄

Le citazioni –

http://www.napoliestinmovimento.it/397-2/    – Due agosto – Il primo consiglio 2016 della VI Municipalità.

http://www.napoliestinmovimento.it/439-2/    – Consiglio VI Municipalità – Intelligenti pauca. . 12 gennaio 2017

Politica & Territorio –  Foto del Polifunzionale di Barra -9 genn 2016- Che tristezza 2016-2017: fino a quando?

https://it.linkedin.com/pub/dir/Alessandro/Bottone    – Alessandro Bottone , Giornalista de « Il Mattino »   .

https://marcoferruzziblog.wordpress.com/   – Marco Ferruzzi , Architetto.

 https://it.wikipedia.org/wiki/Stella#/media/File:Hubble_heic0206j.jpg  –  Stelle del 10 agosto – Foto

Rispondi