Volley salutare al Centro Ester.

Napoli, 24  febbraio 2019

La manifestazione pallavolista: uno spunto alla conoscenza di patologie epilettiche giovanili ed alla compatibilità della infermità con la pratica sportiva “controllata e controllabile”.

Un efficace segnale lanciato dall’ “Associazione Famiglie LGS Italia – Campania” e l’“Associazione Vivi l’epilessia in Campania”, con la manifestazione svoltasi nella intera mattinata di domenica 24 u.s.

Indubbiamente positiva anche per la giusta collaborazione messa in atto dalla nuova dirigenza del “Centro Ester”, che ha ospitato nella propria palestra la manifestazione “Batti il pregiudizio”.

Un segnale che positivamente la dice lunga sull’impegno sociale dal “recuperato Ente barrese”: sì, con l’occhio alla esigenza sociale tanto necessaria in un territorio periferico della città di Napoli qual’è il nostro, comprendente i vecchi ex “Comuni aggregati” di Barra, San Giovanni a Teduccio e Ponticelli,

Una mattinata, domenica 24 febbraio, dalle 10 alle 13, ricca di entusiasmo partecipativo in una sequela di incontri di “mini-volley” sui 4 campi di gioco in linea con le tante squadre a cimentarsi in rappresentanza dei “vivai” delle tre società pallavoliste, operanti sull’area Napoli-est. E sugli spalti entusiasti genitori e parenti dei giovanissimi aspiranti pallavolisti: età tra i sei e i tredici anni.

Momento di aggregazione certamente non fine a sé stesso, ma che trova collocazione in una consapevole coscienza della utilità della pratica sportiva  nella formazione e nel mantenimento di equilibrio salutare per il genere umano. Anche quando la integrità fisica e la salute del praticante lo sport non sono al top. 

Momento informativo e propagandistico, cui necessitano momenti conoscitivi ed  approfondimenti anche da parte dei diretti familiari del potenziale “atleta”  per idonei interventi preventivi e/o curativi. Come nel caso di insorgenze di sintomatologie come la particolare forma epilettica denominata “Sindrome di Lennox-Gastaut”.

Queste le Società sportive coinvolte: i padroni di casa del “Centro Ester” (ovviamente), la “Molinari Volley Ponticelli” e la “Volley Volla”.

Centro Ester

 

 

 

 

 

Volley Volla e Molinari Volley Ponticelli

Informazione e sensibilizzazione    che vale per le famiglie, come compete agli Istruttori tecnici sportivi ed in senso lato ai Dirigenti della Società sportiva cui  può capitare che appartengano potenziali atleti, giovanissimi o adulti, affetti da tale forma patologica epilettica.

Ed il discorso si allarga necessariamente ai Responsabili della pertinente Federazione sportiva (nel nostro caso la FIPAV), del C.O.N.I. e della Federazione Medici Sportivi, a ché la pratica dello sport non sia negato a portatori di patologia epilettica.  

Né si può sottovalutare il contributo di Organismi privati associativi “fiancheggiatori” o “promotori”, quali  quelli  citati in apertura del presente report.

Il “Gruppo Famiglie Lennox-Gastaut”.    Si occupa “di creare una rete di contatti sul territorio fra le famiglie interessate alla “Sindrome d Lennox-Gastaut, stimolandone la conoscenza delle varie problematiche scaturenti dalla detta patologia epilettica. Tanto anche per sensibilizzare al delicato problema l’opinione pubblica, nonché le Autorità politiche e sanitarie, a ché ne derivino utili ausili curativi e assistenziali.

L’ “Associazione Vivi l’epilessia in Campania” si adopra a ché ci sia un’ampia e corretta informazione sulla epilessia, sulle sue caratteristiche ed i suoi aspetti sociali e psicologico, sui diritti spettanti, sulle possibilità di inserimenti lavorativi, di protezione da potenziali isolamenti ambientali possibili là dove ci fosse opinione pubblica caratterizzata da avversi pregiudizi pseudo culturali.

Basti pensare che la patologia Lennox-Gastaut, inserita nel novero delle “malattie rare”, può insorgere in bambini sani come in soggetti già affetti da ritardo dello sviluppo psico-motorio secondario ad encefalopatia sintomatica  o cripto genica. Ma tale forma patologica non è infettiva e non si contagia.  

La sindrome di Lennox-Gastaut è un’encefalopatia epilettica età-dipendente, che fa parte del gruppo delle encefalopatie epilettiche gravi ad esordio infantile, caratterizzata dalla presenza di crisi polimorfe, farmaco-resistenti, associate a deterioramento cognitivo e ad un EEG tipico.  I sintomi  compaiono pur in assenza di precedenti familiari o di patologie cerebrali.

Per maggiore documentazione sull’eventuale trattamento clinico e terapeutico, rimandiamo a fonti specifiche. Mentre auspichiamo che le ASL e quanti preposti a funzione pubblica (Stato, Regione, Enti assistenziali)  si facciano carico in maniera organica e funzionale alle necessità ed al diritto alla salute di tali pazienti.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Volley-C.ESTER-Batti-il-pregiudizio-.-Gruppo-atleti-20190224.jpg

Concludiamo il nostro report con un applauso al centinaio di ragazzini e ragazzine che, schierati sui quattro con il loro agonismo e slancio, si sono divertiti l’intera mattinata spensieratamente a far volare i palloni sulla rete, con spunti di gioco certamente in nuge ma carichi di una voglia di avvicinamento al gesto tecnico regolamentare del gioco. E se il pallone a volte usciva fuori campo… pazienza! …di spirito competitivo loro ne hanno mostrato tanto … e crescendo miglioreranno, con somma gioia dei genitori e dei loro tecnici /misters /coachs.  Sperando di vedere sui parquets nostrani i grandi incontri sportivi  di un tempo non lontano con protagonisti i fanciulli e le fanciulle di domenica 24 febbraio… cresciuti e divenuti possenti e bravi/brave  atleti/atlete!

Gerardo Nigro

Rispondi